Data

06/10/2021 20:30

Dove

Hangar Teatri - Via L. Pecenco,10 - Trieste

Biglietto

15 Euro,( ridotto 12 Euro)

Compagnia SILENDA
Concezione e creazione Laura Simi e Maurizio Ravalico
Coreografie Laura Simi Musiche Maurizio Ravalico
Luci, cura tecnica e collaborazione Damiano Foà
Collaborazione Irene Cioni
Cura e promozione Marco Villari
con il sostegno di:
ODIA Normandie/Office de Diffusion et d’Information Artistique de Normandie

 

THE LOUD ATLAS / the alphabet from silenda on Vimeo.

Un songbook per una danzatrice e un percussionista

Tra concerto e performance di danza, The Loud Atlas è l’incontro tra due artisti e due universi.
La danzatrice diventa una creatrice di suoni e il musicista espande la sua area d’azione, occupando l’intero spazio della performance.
La gioia per entrambi i performer è quella di spingere i loro talenti dentro un’area pericolosa, una zona in cui l’unico riferimento, l’unica forma di stabilità è la presenza dell’altro. Una danza precaria e rischiosa in cui le due discipline si scontrano e si compenetrano, invitando il pubblico ad ascoltare con occhi freschi e guardare con nuove orecchie.
Rincontrandosi in uno studio a Berlino per la prima volta dall’adolescenza, dopo decenni passati a perseguire i rispettivi cammini artistici e professionali, i due artisti scoprono di aver seguito per tutta la vita due visioni artistiche parallele, ed iniziano un processo di cartografia dei territori comuni nei quali le loro discipline possono convergere e coabitare.
L’idea strutturale di The Loud Atlas è quella di una serie di tableaux indipendenti, che possono essere scelti e mescolati senza limiti; un repertorio più simile a quello di un concerto che di una pièce coreografica; un songbook che può essere remixato e riassemblato in funzione dei luoghi di rappresentazione e dei contesti. Un lavoro versatile, flessibile, riconfigurabile ogni volta.
Senza essere un “catalogo” i quadri di The Loud Atlas si concentrano sulla relazione tra i due performers e tra loro e lo spazio. In quale punto le due discipline si incrociano? Che tipo di scoperte si possono fare in questa zona incerta? Quali stili? Quali linguaggi? Che sorta di giochi?

“Ci interessa esplorare una volta ancora questa relazione ancestrale tra musica e movimento; quali sono le energie che la mettono in movimento, e che continuano a mantenerla vitale e necessaria.”

Laura Simi e Maurizio Ravalico

Silenda

Come «collezionisti» di movimenti, Laura Simi e Damiano Foà viaggiano dentro e fuori dal corpo, luogo di metamorfosi. Gli stati emotivi in movimento, la danza come esperienza di fragilità, come uno spazio aperto agli incidenti della vita, la “poeticizz …

Approfondisci

Richiedi informazioni