Occhi sull’abisso

Lettura scenica da testi di S.Benco, G.Stuparich, S.Slataper, R.M.Rilke

Giovedì 23 gennaio ‘14
Archivio di Stato di Trieste – Sala Conferenze – Via Lamarmora,17 – Trieste ore 19.00

Lettura scenica da testi di S.Benco, G.Stuparich, 
S. Slataper, R.M. Rilke 
con Valentino Pagliei, Maurizio Zacchigna 
Performance di danza contemporanea di Marta Melucci

Il tema della serata era l’indagine del contesto culturale ed artistico presente nella città di Trieste nei momenti precedenti e durante lo scoppio della prima guerra mondiale, creando un ponte tra presente e passato, la parola e l’espressione del corpo diventano uno strumento per rappresentare una realtà culturale e poetica, cogliendo i molteplici aspetti di un momento storico complesso e contraddittorio .

Sono stati letti alcuni testi custoditi presso l’Archivio che rivelano un panorama ricco di suggestioni e tensioni dell’epoca della Grande Guerra.

Sono stati anche esposti documenti autografi e proiettate le immagini dei protagonisti dell’epoca permettendo così al pubblico di entrare nell’atmosfera di quel periodo e di venire a contatto con una realtà di preziose e originali testimonianze.

Sentieri nascosti

“Sentieri nascosti” è uno spettacolo ispirato alle poesie della poetessa americana Emily Dickinson con l’attrice Daniela Gattorno, la danzatrice Lorenza Masutto, testi di Erik Schneider, per la regia di Valentina Magnani.
Lo spettacolo entra nel mondo segreto della poetessa, svelando, attraverso l’interazione del linguaggio del corpo con le suggestioni della parola, un mondo fatto di pure emozioni, magiche intuizioni, un universo di simboli che si svela all’ascolto del cuore.
Emily Dickinson visse nella prima metà dell’Ottocento nella piccola cittadina di Amherst dove trascorse ventidue anni della sua vita chiusa nella sua casa, in un volontario isolamento. Probabilmente il suo genio al femminile risultò scomodo per la ristretta mentalità della provincia americana e la scelta della solitudine fu un rifugio dove Emily poté vivere libera, facendo della poesia una ragione assoluta di vita.
Daniela Gattorno, attrice genovese, da tempo impegnata nel teatro a Trieste, parte da una formazione di danza contemporanea e teatro circo. Lorenza Masutto è interprete di danza contemporanea in diversi spettacoli, segue un percorso di ricerca sul gesto e sulle potenzialità espressive del corpo anche in senso teatrale. Valentina Magnani, vicepresidente e responsabile del settore teatro dell’Actis, lavora da anni nel campo del teatro e della didattica teatrale e cura anche dall’inizio la direzione artistica del Festival Danceproject.