Data

22/11/2017 21:00

Dove

Teatro Stabile Sloveno
Via Petronio, 4, 34138 Trieste TS

Biglietto

15€ intero, 12€ ridotto biglietto cumulativo Back to rewind + Canto

spettacolo di danza, suono e luce liberamente a ispirato da Il Cantico dei Cantici

Il verbo degli Uccelli, Farid Attar

Il viaggio della Regina, Paola Pisani

regia e progettazione multimediale PAOLA PISANI

Pendendo come incipit dalla frase “ho cercato l’amore mio, dov’è?”, lo spettacolo cerca di immergere lo spettatore attraverso una serie di scenari dove il naufragio, il sogno, il labirinto, il volo, la morte e la rinascita si creano attraverso corpi in movimento in uno spazio fisico e mentale. Gli uccelli, spettatori, accompagno il viaggio verso la conoscenza dell’altro.

Lo spettacolo evoca in maniera onirica e astratta tre grandi coppie dell’amore di tutti i tempi, coppie che sono state spesso messe ai margini, amori con donne proibite, perché straniere o estranee alla tradizione religiosa ufficiale, impure perché libere. Queste donne, eroine di un amore con la A maiuscola, sono accompagnate dall’ombra degli uomini che le hanno rese celebri, e sono ognuna l’evocazione di una cifra che si ripete all’interno del binomio natura-civiltà, un binomio fatto di contrasti e paradossi all’interno della dinamica di “in- contro”.

In ordine di sequenza

Adamo-Lilith : (la terra e l ‘acqua)

Abramo-Agar : (il deserto pieno di gente )

Re Salomone –Regina di Saba:( il profumo, il giardino, il tempio)

La costruzione dello spettacolo, in parte aperta al pubblico, si arricchisce di une serie di laboratori di danza tenuti da Martina Serban ed Eleonora Zenero.

All’interno verranno approfondite delle tecniche di danza creative legate al metodo Maria Fux e perfezionati una serie di esercizi legati alla danza Butoh. I partecipanti potranno intervenire all’interno dello spettacolo.

Paola Pisani

Paola Pisani è nata nel 1978 a Trieste, dove vive e lavora. Laureata in Storia delle religioni presso la Facoltà di Lettere Moderne di Trieste e in Musica e nuove tecnologie presso il Conservatorio di Musica G.Tartini, si occupa di arti visive e plastiche, installazioni e multimedia. Particolare interessata alle tematiche sociali e psicologiche, il suo studio è teso alla ricerca di un linguaggio femminile personale e libero da schemi imposti. Come mediatrice culturale ha ideato e curato per l’Associazione Franco Basaglia i progetti di ricerca azione come Batterie non incluse, Bit.PaesaggioSonoro, e la trasmissione radiofonica Radio Kitchen in onda sulla web Radio radioincorso.it.

Approfondisci

Richiedi informazioni