Un nuovo appuntamento del Danceproject Festival è andato in scena sabato 19 marzo presso la sede dell’Associazione organizzatrice dell manifestazione giunta alla XIII edizione.

“Là dove i fiumi si incontrano” è uno spettacolo/improvvisazione che nasce da una lunga ricerca sulla voce e sul corpo. Un tipo di teatro spesso ai margini, ai “confini” del teatro stesso, perché non classificabile in un modo univoco e non immediatamente intellegibile. Eppure incredibilmente vivo, intenso e necessario.

In una scena spoglia da qualsiasi scenografia, due corpi – quelli di Sara Pirotto e Davide Cangelosi –  si incontrano attraverso il movimento e comunicano attraverso la voce: suoni incomprensibili, emozioni che arrivano dritte al pubblico, che è lì non solo per assistere, ma è parte integrante del processo creativo, entrando con la sua energia nelle dinamiche degli artisti, accompagnati solo da una chitarra.

Il pubblico ha accolto con calore questa performance di creazione artistica, sintonizzandosi con le storie messe in scena, riconoscendo brandelli della propria esistenza e ha risposto agli stimoli degli artisti: alla fine il dibattito e le domande si sono prolungate ben oltre ogni aspettativa. Come nasce uno spettacolo così? Cosa cercano gli artisti? Come vivono questa esperienza in scena? E si va alle radici del teatro e dell’uomo, dentro le emozioni, scoprendo che tutti ci assomigliamo, con paure e barriere, e che abbiamo un disperato bisogno di comunicare.

Al di là dei confini… Danceproject festival XIII edizione, il viaggio continua…

IMG_5089

foto di Claudio Puja