LABORATORIO DI CORPO E VOCE AI CONFINI DEL TEATRO

Sono aperte le iscrizioni per il laboratorio “L’incontro” che si terrà il 19 e 20 marzo 2016 presso l’ACTIS di Trieste. Condotto dal “Teatro Cantiere”, l’iniziativa è inserita nella XII edizione del DANCEPROJECT FESTIVAL organizzato dall’ACTIS.

info@actistrieste.org

E’ possibile raggiungere uno stato di spontaneità autentica al di là delle nostre maschere, del nostro ruolo sociale, del nostro abbigliamento e dell’immagine che ciascuno ha di sé stesso per ritrovare il proprio sé originario e liberare la propria energia creativa?
Il laboratorio L’incontro è strutturato come un grande rito di iniziazione, come un’esperienza collettiva al limite tra workshop, performance e “incontro tra esseri umani”. I nuovi arrivati vengono invitati a partecipare attivamente al lavoro cercando di acquisirne codici, tecniche e spirito per poter accedere ad un processo che li aiuterà a togliersi di dosso uno ad uno i tabù e i condizionamenti comportamentali che costringono ad agire secondo schemi predefiniti ingabbiando personalità, fisicità, vocalità e creatività. I campi di indagine del laboratorio si concentrano su processi fisici e vocali semplici e basilari utili al risveglio di energie nascoste, di emotività sopite e dell’animale interiore. E’ importante sapere che questo laboratorio non è un’esperienza contemplativa statica e riposante, ma la ricerca attiva di una totale e bruciante fusione di fisicità e voce, dove l’aspetto istintivo e organico ha la meglio su quello aulico e razionale.
Ecco alcuni temi che verranno trattati durante il laboratorio: azione, reazione, spontaneità, impulso, canto e stati emozionali, canto e stati di coscienza, canto e abisso interiore, canto rituale, respirazione organica, risuonatori, armonici, glossolalia, relazione, musica, ritmo, equilibrio, improvvisazione, memoria del corpo, gioco, suono, movimento, verità e dignità del corpo, corpo senza impostazioni, voce libera, comunicazione non verbale, reattività, attenzione, sicurezza, agilità, atteggiamento, danza del presente, organicità, ritualità, voce e stati emozionali, voce e stati di coscienza, voce e abisso interiore.
Il laboratorio è indicato sia a chi si avvicina per la prima volta al lavoro attoriale sia a professionisti: attori, cantanti, performers, giocolieri, ecc.