XIII Edizione del Danceproject Festival

La XII edizione della manifestazione Danceproject Festival organizzata, con il contributo della Regione FVG, dall’Associazione Culturale Teatro Immagine Suono – ACTIS di Trieste, quest’anno vedrà attuata una trasversalità più precisa tra la danza contemporanea, il teatro e gli eventi multimediali, e verterà su tematiche relative ai valori etici e sociali in una società in crisi e profondo cambiamento.

Programma, iniziative, ospiti ed attività

Storia del Festival

La rassegna di danza contemporanea “Danceproject”, iniziata nel 2001 dal mimo Claudio Viviani e proseguita dal 2002  con la manifestazione “Danceproject festival”, si è avvalsa nell’arco degli anni della partecipazione della Regione F.V.G., della Provincia e del Comune di Trieste.

Tutte le edizioni del del Danceproject Festival

ACTIS & Danceproject

L’Associazione Culturale Teatro Immagine Suono “ACTIS” di Trieste si apre a diversi campi artistici: è attiva con spettacoli e performances di teatro e di danza in diverse manifestazioni, organizzate sia dal Comune che dalla Provincia di Trieste.

Chi siamo: storia, identità, statuti ed attività

Multimedia

Materiali audiovisivi e testimonianze fotografiche: Sentieri nascosti, Occhi sull’abisso, Lei e Tancredi, Le mie lettere d’amore, Natura morta con gioco, Aria di jazz Hypnos.

Materiali audiovisivi e testimonianze fotografiche

XIII Edizione del Danceproject Festival

Danza e teatro verso nuovi orizzonti - Oltre i confini Presentazione

ceproject festival XIII

 

La XIII edizione vuole affrontare il tema del superamento dei confini fisici e mentali, delle barriere esistenti tra individui e popoli nel momento del confronto con idee e prospettive esistenziali nuove. La scelta di questa tematica collegherà i vari eventi della manifestazione, creando risonanza e possibilità di riflessione sui cambiamenti sociali e culturali della nostra società nel momento in cui i confini tradizionali e le barriere culturali vengono superate, ponendo di conseguenza inevitabili confronti tra popoli e individui, culture e tradizioni. Proprio in relazione al tema la scelta dei luoghi dove la manifestazione avrà svolgimento ha particolare importanza, in quanto, oltre che nella città di Trieste e all’interno della Regione Friuli Venezia Giulia, alcuni degli appuntamenti avranno luogo in Slovenia e in Croazia, coinvolgendo in questo caso anche le Associazioni della comunità italiana dei rispettivi paesi, con l’intendimento di favorire lo scambio culturale, l’apertura a nuove collaborazioni e confronti. Gli eventi in programma valorizzeranno la possibilità di superare le barriere relative al preconcetto, alla paura del cambiamento nei vari ambiti della società umana, alla sostanziale paura del nuovo che ai nostri giorni emerge anche in relazione ai profondi cambiamenti che la nostra società sta vivendo.